Close

Social

29 Agosto 2017

Le 5 regole per controllare il peso

Le 5 regole per il controllo del peso

Come ho introdotto nel mio ultimo articolo, ci sono casi in cui controllare il peso non è una buona idea anzi, è contro producente.

Introduciamo intanto alcune regole da seguire affinché la misurazione risulti il più efficace possibile:

  1. Utilizzare sempre la stessa bilancia. Ogni bilancia (casalinga) misura in maniera lievemente differente rispetto ad un’altra, con variazioni che possono andare da pochi etti fino ad arrivare anche ad 1-2 Kg.
    Questo è dovuto a molti fattori tra cui la qualità dei materiali utilizzati, lo stato di usura dell’apparecchio e il tipo di hardware e software utilizzato;
  2. Pesarsi non più di una volta alla settimana. Può avere un senso pesarsi più volte al giorno? Assolutamente no! Durante il giorno il nostro peso può variare in funzione di numerosi fattori (alimentazione, sport, ciclo ormonale, stress) che non rispecchiano però il peso reale;
  3. Pesarsi sempre lo stesso giorno della settimana ed alla stessa ora. Questo è il metodo migliore per provare a standardizzare le nostre pesate e poter quindi confrontare i vari pesi registrati in situazioni con condizioni analoghe;
  4. Pesarsi al mattino prima fare colazione, di bere e dopo essere andati in bagno. Anche in questo caso è bene cercare di limitare al massimo influenze di qualsiasi genere che potrebbero portarci ad una valutazione errata del nostro peso;
  5. Posizionarsi correttamente sulla bilancia. Salire dolcemente sulla bilancia avendo cura di distribuire il peso su entrambe le gambe e cercando di rimanere immobili durante la misurazione. Se la bilancia è di tipo analogico controllare che l’ago sia sullo zero prima di salire.

Queste sono le regole fondamentali da seguire affinché la nostra pesata risulti davvero fedele alla realtà.

Nei prossimi articoli vi indicherò quando è meglio posticipare l’uso della bilancia alla settimana successiva.
Infatti il nostro organismo potrebbe subire modificazioni momentanee portando anche a fluttuazioni di peso non sempre rilevanti ma che, mal interpretate, potrebbero scoraggiarci.

 

Vedi anche “Quando è meglio NON controllare il peso?”