Close

Social

6 Gennaio 2018

Sport drinks – Parte 2 –

Sport drinks

Sport drinks a doppia fonte di carboidrati

Eccoci arrivati a parlare di sport drinks veri e propri e partiamo proprio da quelli a doppia fonte di carboidrati.

Se vi siete persi l’articolo precedente dove ho specificato quali sono le “bevande sportive”, potete andare a rileggervelo cliccando sul link.

Ma torniamo a noi…

Che cosa sono le bevande a doppia fonte di carboidrati?

Si tratta di sport drinks con carboidrati derivanti da due fonti: glucosio (oppure maltodestrine) e fruttosio. Glucosio e fruttosio devono essere presenti con un rapporto di 2:1.
Tra gli altri ingredienti di queste bevande possiamo trovare: sodio, coloranti, aromi e conservanti.

Le bevande a doppia fonte di carboidrati sono bevande isotoniche (concentrazione di zuccheri e sali minerali uguale a quella del plasma) in quanto la quantità di zuccheri contenuta è pari a 7-9 g ogni 100 ml.

Come funzionano?

Si tratta di bevande che apportano zuccheri in quantità maggiore rispetto alle classiche bevande isotoniche.
Utilizzandole durante un allenamento permettono ai muscoli di risparmiare le riserve di glicogeno, aumentando di conseguenza la resistenza.

La presenza di due fonti di carboidrati diverse (glucosio/maltodestrine e fruttosio) accelera l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’organismo. Questo rappresenta un vantaggio in caso di allenamenti della durata maggiore di 2 ore e mezza durante i quali l’organismo consuma elevati livelli di glucosio.

Il nostro organismo riesce ad assorbire una determinata quantità di glucosio ogni ora. Durante l’allenamento la massima quantità assorbibile è 60 g/h. Nel caso sia stata assunta una quantità di glucosio maggiore, questa si depositerà nello stomaco in attesa di passare nell’intestino per poter essere assorbita.

I fastidi di stomaco che spesso si verificano durante l’attività fisica possono essere dovuto proprio allo stazionamento di glucosio in eccesso nello stomaco. Ciò accade con quelle bevande che contengono solo glucosio.

Ecco perchè è preferibile utilizzare una bevanda contenente sia glucosio che fruttosio (a doppia fonte di carboidrati). L’associazione dei due zuccheri permette un assorbimento intestinale più rapido ed uno stazionamento gastrico estremamente ridotto. Infatti glucosio e fruttosio utilizzano trasportatori differenti, che permettono loro di essere trasferiti rapidamente dall’intestino al flusso ematico.

Quali sono le applicazioni per lo sport?

Come detto sopra, l’organismo è in grado di sfruttare a suo favore la combinazione di fruttosio e glucosio in quanto, durante sforzi muscolari molto intensi e prolungati, la velocità di assorbimento muscolare dei due zuccheri è aumentata rispetto alle bibite contenenti esclusivamente glucosio. Si arriva quindi ad un assorbimento massimo di 90 g ogni ora, 30 g in più rispetto alle bevande con solo glucosio.

Un interessante studio (Smith et. al. 2013)suggerisce come dose complessiva ottimale quella di 78 g ogni ora.
Inoltre, fornendo energia ai muscoli più velocemente, queste bevande sono in grado di ridurre l’affaticameno muscolare durante la prestazione.

Quindi per chi sono maggiormente indicati questi sport drinks?

Queste bevande rappresentano una fonte di carboidrati a rapido assorbimento molto utile in quegli sport dove la deplezione di glicogeno muscolare è elevata e può quindi essere un fattore limitante la performance.

Gli sportivi che affrontano oltre due ore e mezza di allenamento di resistenza ad alta intensità (come triathlon, ciclismo ed ultramaratone) traggono sicuramente giovamento dall’utilizzo di questo tipo di sport drinks.

Chi invece pratica attività fisica meno intensa o di una durata inferiore alle due ore non trae nessun giovamento dall’utilizzo di questo tipo di bevande, in quanto il grado di deplezione del glicogeno muscolare non è tale da giustificarne l’assunzione.